Controllare ram iphone 8 Plus

La storia dello smartphone che ha sdoganato l'interfaccia multitouch parte da un esemplare in form factor da 3,5 pollici, con risoluzione di x pixel, 4GB di storage e una fotocamera posteriore da 2 megapixel, proposto a dollari. E nonostante molte limitazioni non esisteva ancora App Store, e il modello fu commercializzato solamente in USA al lancio e successivamente in Francia, Germania, Regno Unito e, ancor più tardi, in Irlanda e Austria raggiunse il primo milione di pezzi venduti nel giro di un mese e mezzo, lasciando intendere come si trattasse di qualcosa di ben più grande di una semplice "meteora" tecnologica.

La diffusione nel mondo arriva nel con la seconda generazione, iPhone 3G, che sancisce anche il debutto di App Store stabilendo il vero inizio della rivoluzione nel settore degli smartphone. L'anno successivo con iPhone 3GS Apple dà il via ad un ciclo di aggiornamenti annuale che ricalca in qualche modo il ben conosciuto modello "tick-tock": le versioni "S" mantengono chassis e form factor della generazione precedente, offrendo qualche ottimizzazione e aggiornamento sotto la scocca, mentre le versioni a "numero pieno" offrono rivisitazione del form factor e l'introduzione di novità più significative.

iPhone 8 Plus, quando la sostanza supera la forma | Hardware Upgrade

Con iPhone 4, nel , arriva il primo display "Retina" mentre è con il successore 4S che iniziamo a conoscere Siri. Bisogna aspettare iPhone 6 e soprattutto 6 Plus perché lo smartphone della Mela cresca in dimensioni rispettivamente 4,7 e 5,5 pollici andando a battagliare con l'agguerritissima concorrenza. La successiva variante "S" introduce la tecnologia 3D Touch che offre modalità di interazione differenti con l'interfaccia del telefono a seconda della pressione esercitata sul display.

E' anche il momento per lanciare iPhone SE, una versione dal form factor più piccolo è uguale ad iPhone 5 ma con lo stesso hardware di iPhone 6S.

iPhone 8 v iPhone 8 Plus - SPEEDTEST

Arriviamo ai giorni nostri, con iPhone che compie dieci anni. Una mossa inconsueta per Apple, che mette sul mercato due dispositivi tre, in realtà, ma per semplicità consideriamo 8 e 8 Plus due facce di una stessa medaglia che rischiano di farsi concorrenza da soli, seppur posizionati su due fasce di prezzo ben distinte.

Sarà utile sapere che le custodie destinate alla precedente generazione riescono ad essere tranquillamente utilizzabili anche con il nuovo smartphone. Rispetto al predecessore, iPhone 8 Plus è di 14 grammi più pesante. E attenzione, perché chi rompe paga e, da quanto si apprende nel caso specifico, paga anche caro. Per quanto riguarda le livree disponibili, Apple decide di dare una sforbiciata alle varianti offrendo solamente le colorazioni Gold, Silver e Space Gray in precedenza erano disponibili anche Rose Gold, Black e Jet Black , anche se la nuova colorazione Gold tende ad avere una sfumatura lievemente rosata.

Lo chassis è resistente a polvere e spruzzi, come già era per iPhone 7 Plus, rientrando nella classificazione IP67, cioè totalmente protetto da polvere, sabbia e qualsiasi corpo solido di piccole dimensioni e resistente ad un'immersione temporanea tra 15cm e 1m entro 30 minuti.

Pricecompare

Anche il display, almeno per quanto riguarda i dati di "targa", non è stato rivoluzionato rispetto al diretto predecessore. Abbiamo quindi un pannello da 5,5 pollici da x pixel per una densità di ppi. Gamut iPhone 8 Plus. Gamut iPhone 7 Plus. Come vediamo dall'analisi colorimetrica, il display di iPhone 8 Plus riesce a comportarsi ancor meglio del già ottimo pannello usato per iPhone 7 Plus: vediamo infatti una maggior estensione del suo triangolo di gamut, grazie ad una maggior saturazione dei primari verde e rosso. Molto buona anche la precisione cromatica e il punto di bianco.

True Tone attivato - iPhone 8 Plus a sinistra. True Tone disattivato - iPhone 8 Plus a sinistra. Nulla di irrinunciabile, benintenso, ma si tratta di quelle piccole migliorie e di quella cura dei dettagli distintivi della mela mordicchiata. La luminanza massima registrata è di candele su metro quadro, la più alta mai registrata su uno smartphone passato per la nostra redazione ma comparabile con quella di iPhone 7 Plus e, con la profondità di nero a 0,45 nit, abbiamo un rapporto di contrasto veramente ottimo di Abbiamo a che fare con una CPU six-core, due dei quali dedicati alle prestazioni e quattro core ad alta efficienza per le operazioni ordinarie: l'approccio seguito è quindi quello big.

LITTLE tipico delle architetture ARM di ultima generazione, con il quale l'abbinamento tra core potenti e core più efficienti permette al dispositivo di selezionare la migliore risorsa di elaborazione in funzione del carico di lavoro istantaneo richiesto.

La peculiarità dell'approccio Apple in A11 Bionic è quella che tutti i core possono operare sinergicamente in quelle situazioni in cui è richiesta elevata potenza di calcolo: in un caso limite, detto in altro modo, tutti e 6 i core possono operare in parallelo e questo è reso possibile dallo stretto controllo che Apple esercita sulla componente hardware e sul sistema operativo iOS. Il SoC opera alla fequenza di 2,35GHz, questo almeno secondo gli strumenti software con cui abbiamo eseguito i test, e dispone di 3GB di memoria RAM nella versione abbinata a iPhone 8 Plus: si tratta dello stesso quantitativo abbinato al chip A10 Fusion adottato in iPhone 7 Plus, mentre per il modello iPhone 7 Apple aveva optato per una dotazione di 2 Gbytes.


  • trovare password wifi iphone X.
  • localizzare cellulare in movimento.
  • come vedere versione iphone 8 Plus.
  • Recensione iPhone 8 e confronto con iPhone 8 plus e iPhone 7.
  • applicazione per rintracciare un cellulare?
  • Apple iPhone X.

La tecnologia produttiva utilizzata per A11 Bionic è quella a 10 nanometri, con produzione di competenza della taiwanese TSMC. All'interno di A11 è integrato anche M11, il coprocessore dedicato alla gestione delle attività in movimento.

Related posts

Non mancano anche un nuovo coprocessore destinato alle elaborazioni delle immagini, assieme ad una soluzione hardware dedicata di neural network indicata da Apple come Neural Engine: permette di elaborare sino a miliardi di operazioni al secondo e su iPhone X sarà utilizzata per la gestione di Face ID oltre che in generale per compiti di machine learning. Nei nostri classici test prestazionali evidenziamo come il SoC A11 Fusion permetta di ottenere il tradizionale balzo in avanti delle prestazioni già visto con le precedenti generazioni di terminali Apple; questo vale tanto per la componente CPU come per quella GPU, che diventa ancor più interessante in quanto sviluppata per la prima volta interamente all'interno di Apple e senza dover ricorrere a tecnologie di Imagination Technologies.

Le funzionalità di realtà aumentata sono possibili grazie alla piattaforma di sviluppo ARKit presente nei devtools di iOS 11 e che si basa, lato software, sul framework Core Motion, e lato hardware sui coprocessori M9, M10 e M11 presenti nelle ultime tre generazioni di SoC A-Series. Abbiamo provato alcune app di realtà aumentata Warhammer: Freeblade, Ikea, Holo, Night Sky con iPhone 8 Plus e con iPhone 7 Plus per cercare di capire se vi fosse una percepible differenza di fruibilità durante l'utilizzo ordinario, ad esempio nella velocità di di rendering degli oggetti virtuali o di reattività nell'armonizzare gli stessi all'interno della scena reale ripresa dal telefono.

Del resto l'ambito AR è ancora agli albori, ed è lecito immaginare che anche gli sviluppatori abbiano bisogno di qualche tempo per poter sfruttare al meglio le potenzialità offerte dalla piattaforma. La novità principale riguarda il sensore, ora di maggiori dimensioni: stiamo parlando di un modulo capace di realizzare foto alla risoluzione di 12 megapixel che tuttavia scatta in oversampling: la foto viene registrata alla risoluzione nativa del sensore e poi ridimensionata a 12 megapixel.

Qualche indagine ci ha permesso di identificare, non con certezza ma con una ragionevole attendibilità, il sensore che Apple ha scelto per questo smartphone: si tratta della soluzione Sony Exmor RS IX Secondo i dati di targa si tratta di un sensore da 22 megapixel fisici, dei quali ne vengono usati Ma non è mica la ram che serve per un display più risoluto!

Ci vuole solo che la gpu abbia più bandwidth. Vorrei dire una cosa, ho avuto modo di lavorare sia con iphone che con Android. Chi sostiene di essere imparziale dovrebbe ammettere che se il prezzo dei dispositivi mela é stragonfiato perché lo é.. Allora la maggior parte di quelli che comprano iPhone, sono gonzi. ZannaMax 11 Set Qui la guerra è su chi lo ha più piccolo Seeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee come no.

ZannaMax 11 Set No veramente Ragazzi manca pokissimo domani grande pomeriggio vedremo dopo tanti video su Youtube chi ha veramente ragione HDnetwork HDblog. Davide Fasola VIA. Apple Park e Steve Jobs Theater: immagini e video pre-evento Non ditelo a chi è già in coda Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito.

La RAM di iPhone X e iPhone 8 Plus sarà di 3GB, per iPhone 8 2GB

Clicca per info. Caricamento in corso. Per commentare attendere Marco Scalerandi 18 Nov Marco 25 Set La dimostrazione in un video. A quanti fanno notare che una simile funzione era già presente su Android, spiega che Apple tiene conto di privacy e sicurezza, peculiarità ignorate dalla concorrenza. Nelle note d rilascio, Apple spiega che iOS Ecco i dettagli. Secondo l'analista Ming-Chi Kuo di TF Securities, l'iPhone SE 2 arriverà nel primo trimestre del , vanterà caratteristiche di tutto rispetto ed un interessante prezzo di ingresso.

Ultimi Articoli.

Arrivano i nuovi smartphone Motorola: One macro, moto g8 plus e moto e6 play 26 Ott Xiaomi Amazfit Bip: ecco perché è ancora uno degli smartwatch da acquistare 26 Ott Recensione Fitbit Versa 2: lo smartwatch alternativo 26 Ott Razer Tartarus Pro, il nuovo keypad per gamer con switch ottici analogici 26 Ott Nuove presunte foto della custodia di ricarica delle AirPods Pro 26 Ott Motorola presenta gli smartphone one macro, moto g8 plus e moto e6 play: design e funzionalità a prezzi accessibili 26 Ott Fujifilm X-Pro3, la mirrorless con guscio in titanio e rivestimento Duratect 26 Ott Le migliori telecamere Homekit in offerta da integrare in Casa con Apple 21 Ott I migliori termostati smart per la vostra casa — Guida Acquisto Macitynet 20 Ott Le migliori valvole termostatiche smart per comfort e massimo risparmio 17 Ott Come funziona Apple Arcade: tutto quello che vi serve sapere 12 Set FAQ e Tutorial.

Come scattare con due lunghezze focali allo stesso tempo con iPhone 11 e 11 Pro 20 Ott

admin